Finalmente disponibile l'applicazione per iPhone e iPad!

Close Icon
   
Contact Info     Per Android e Apple

Ponte Ronaco   arrow

Picture 1 of 2

Il Ponte Ronaco o Ponte degli Aurunci è tra le testimonianze archeologiche di maggiore evidenza presenti a Sessa Aurunca. Da sempre utilizzato per la comunicazione viaria, fu costruito attorno al II secolo d. C. per collegare Suessa con l’Appia. L’orografia della zona circostante richiese una soluzione ingiegnieristica di notevole livello tecnico, capace di poter superare facilmente l’ampio vallone percorso dal Rio Travata. Attualmente si conserva ancora un tratto di via in basolato collegante il ponte con Sessa. Lungo questa tratto di strada cospicui sono stati i ritrovamenti tombali, risalenti anche al periodo pre romano, andati quasi tutti distrutti o inglobati all’interno di strutture anche di recente fabbricazione. Il Ponte è costituito da ventuno arcate poggianti su pilastri con piloni in muratura a secco rivestita di mattoni. Analoga soluzione è stata adottata per tutto il pilastro e l’intradosso dell’arco. La pavimentazione presenta le caratteristiche basole in trachite vulcanica, conservatesi ancora quasi integralmente a differenza delle spallette non più esistenti. Attualmente il Ponte è oggetto di un intervento di restauro che procede lentamente. Si deve confidare nel mago Bailardo, costruttore del viadotto secondo la legenda medievale, affinché “miracolosamente” lo si potrà nuovamente osservare nel suo splendore.

Questo sito usa PAFacile sviluppato da toSend.it - we make IT easy!